KOS - Mirtillo E.S 60 tav Visualizza ingrandito

KOS - Mirtillo E.S 60 tav

MIRTKO

Nuovo

La moderna bibliografia identifica negli estratti di mirtillo un naturale aiuto per gli occhi, in particolar modo nelle difficoltà di adattamento a condizioni di scarsa luce e condizioni di scarsa visibilità

Maggiori dettagli

9,80 €

Informazioni

Avvertenze
Non sono note controindicazioni all'utilizzo di mirtillo Il prodotto va utilizzato nell’ambito di una dieta variata ed equilibrata seguendo uno stile di vita sano.
Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate.
Tenere lontano dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni
In caso di uso prolungato consultare il medico.
In presenza di determinati stati fisiologici o patologici, o in associazione a terapie farmacologiche, consultare il medico.
Istruzioni
si consiglia una tavoletta 2-3 volte al giorno ai pasti
Ingredienti
Estratto secco di Mirtillo
nero frutti mg 300 titolato all' 1% min. antocianosidi
Bibliografia
Le 100 erbe della salute, F.Firenzuoli; Tecniche nuove.

Erbe: istruzioni per l'uso, F.Firenzuoli; Tecniche nuove.

Albasini A.: Principi attivi dei piccoli frutti: realtà e nuove acquisizioni, Erboristeria Domani, n° 11, 1991

L'altra medicina n.4, Lug-Ago 2004

In internet:
Wikipedia.it
Vaccinium è un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Ericacee
Alcune sostanze presenti nel mirtillo sono considerate utili per la circolazione sanguigna, per gli occhi, e anche contro il diabete. In particolare numerosi farmaci indicati nelle situazioni di fragilità capillare (o comunque problemi vascolari in generale) sono a base di mirtillina

Domande
Il mirtillo é utilizzato nella micro circolazione venosa, quindi: nei disturbi visivi e nei problemi alle gambe: gonfiori, pesantezza e vene vistose.
Informazioni generiche
Denominazione botanica: Vaccinium myrtillus L.
Famiglia: ericacee
Sinonimi: mirtillo nero, bàgola, baggiola, uva dei boschi, piuri, ampulette, lambrune, asaire, giàsine, cesarelle, murùcule
Nomi stranieri: ingl. - Bilberry, Whortleberry, Huckleberry; fr. - Airelle, Myrtille; ted. - Heidelbeere, Bickbeere, Blauberee; sp. - Arandano, Raspano, Mirtilo, Anavia, Rasponera
Parti usate: frutti (bacche) (Mirtilli fructus Comm. E)

Il mirtillo é un arbusto con fusti ramificati e con foglie caduche che cresce in fitte macchie su terreni silicei e ricchi di humus. Il suo habitat prevalente è nei boschi alpini e appenninici.
Il nome Mirtillo viene dalla pianta Mirto, pianta sacra ai persiani, alla quale somiglia molto soprattutto nella forma delle foglie e dei frutti. E' una pianta apprezzata sia dall'industria farmaceutica che da quella alimentare e liquoristica.
Sono assai famose le marmellate di mirtilli ed anche le grappe! Sembra che durante la Seconda Guerra Mondiale i piloti della RAF che consumavano una grande quantità di marmellata di mirtilli avessero una migliore visione notturna!
I principi attivi presenti in questa pianta glicosidi antocianici, tannini, pectina, provitamina A, complesso vitaminico B, vitamina C, flavonoidi.

Mirtillo - Vaccinium myrtillusConfezione:60 tavolette da 370 mg

Lo sapevi che...
La caratteristica principale che rende utile l'utilizzo del mirtillo é la sua capacità di proteggere i vasi sanguigni. Qunidi utile nei casi di circolazione difficile con conseguenza di arti gonfi o stanchi.
Secondo la moderna bibliografia, tale caratteristica sarebbe da attribuire ai pigmenti che danno vita al caratteristico colore blu del frutto, noti con il nome di mirtillina, i quali avrebbero anche il potere di penetrare le cellule fino ai batteri, riducendone la vitalità. Per questo motivo gli estratti di mirtillo vengono anche consigliati nelle diarree.
Il frutto può essere utilizzato sia fresco che essiccato; nei due casi l'effetto è però opposto. E' stato visto infatti che l'uso di bacche di mirtillo nero fresche ha un effetto lassativo, mentre il frutto essiccato sembra che abbia prevalentemente un effetto astringente , soprattutto nelle diarree del bambino e dell'anziano. Anche le foglie del mirtillo venivano utilizzate poiché sembra che possiedano un effetto antidiabetico; oggi il loro utilizzo è stato abbandonato pechè varie ricerche hanno dimostrato che questo dato non è sicuro.

Gli estratti di mirtillo sarebbero anche in grado di aiutare la vista e in particolare la visione notturna. Infatti stimolerebbero la creazione di rodopsina, una sostanza chimica, nota anche come porpora visiva, che influisce sulla sensibilità dei bastoncelli, i ricettori sensibili alle basse luci.
Infatti la visione notturna non è semplicemente regolata dall'ampiezza dell'iride (più apertura = più luce) ma anche da un procoesso chimico. La rodopsina é un pigmento prodotto dai bastoncelli che da inizio ad una serie di reazioni le quali si concludono con l'elaborazione dell'immagine da parte del cervello.
Il mirtillo, secondo alcuni studi, sarebbe in grado di favorire in maniera fisiologica la creazione e il mantenimento di questa sostanza. La rodopsina si crea con il buio e impiega alcuni minuti per essere efficente. Lo si può verificare, in una giornata assolata, passando dalla luce esterna a condizioni di minore intensità, come quando si rientra in casa.
Viene distrutta naturalmente dalle luci intense e in particolar modo dalle luci di colorazione blu. E' invece resistente alla luce rossa. Per questo motivo in alcuni centri di radiografia, dove per motivi tecnici sono costretti a passare dal buio alla luce, utilizzano occhiali di colorazione rossa, proprio per non permettere che la luce distrugga la sostanza, ritrovando da subito una buona visibilità al buio.

Esiste un altro tipo di Mirtillo, il mirtillo rosso ( Vaccinium Vitis idaea L. ), sempre della famiglia delle ericacee, che deve essere menzionato. Le sue foglie sembra possiedano attività antisettica a livello delle vie urinarie e per questo la medicina tradizionale lo ha impiegato contro la cistite.

Recensioni

Scrivi una recensione

KOS - Mirtillo E.S 60 tav

KOS - Mirtillo E.S 60 tav

La moderna bibliografia identifica negli estratti di mirtillo un naturale aiuto per gli occhi, in particolar modo nelle difficoltà di adattamento a condizioni di scarsa luce e condizioni di scarsa visibilità

Scrivi una recensione

4 altri articoli :